CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

IL TRADITORE
di Marco Bellocchio, Italia, 2019, 2h32.
con Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Cândido, Fabrizio Ferracane, Luigi Lo Cascio.
IN CONCORSO AL 72. FESTIVAL DI CANNES (2019).
LUNEDÌ
19 Agosto
15.30 - 21.15
Biglietto ore 15.30: € 3,00
 
 
 
Biglietto ore 21.15: € 4,00
Tessera  x   4 film: € 12,00
Tessera  x 10 film: € 25,00

CREDITS
Titolo Originale:
Il traditore
Regia:
Marco Bellocchio
Attori:
Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Cândido, Fabrizio Ferracane, Luigi Lo Cascio, Fausto Russo Alesi
Sceneggiatura:
Marco Bellocchio, Valia Santella, Ludovica Rampoldi, Francesco Piccolo
Fotografia:
Vladan Radovic
Musiche:
Nicola Piovani
Montaggio:
Francesca Calvelli
Scenografia:
Andrea Castorina
Arredamento:
Marco Martucci - (Sicilia)
Costumi:
Daria Calvelli
Paese:
ITALIA, FRANCIA, BRASILE, GERMANIA - 2019
Durata:
152 Min
Produzione:
BEPPE CASCHETTO, SIMONE GATTONI, FABIANO GULLANE, CAIO GULLANE, MICHAEL WEBER, VIOLA FÜGEN, ALEXANDRA HENOCHSBERG PER IBC MOVIE, KAVAC, CON RAI CINEMA; IN COPRODUZIONE CON AD VITAM PRODUCTION, MATCH FACTORY PRODUCTIONS
Distribuzione:
01 DISTRIBUTION
 

SINOSSI:
Sicilia, anni Ottanta. È guerra aperta fra le cosche mafiose: i Corleonesi, capitanati da Totò Riina, sono intenti a far fuori le vecchie famiglie. Mentre il numero dei morti ammazzati sale come un contatore impazzito, Tommaso Buscetta, capo della Cosa Nostra vecchio stile, è rifugiato in Brasile, dove la polizia federale lo stana e lo riconsegna allo Stato italiano. Ad aspettarlo c'è il giudice Giovanni Falcone che vuole da lui una testimonianza indispensabile per smontare l'apparato criminale mafioso. E Buscetta decide di diventare "la prima gola profonda della mafia". Il suo diretto avversario (almeno fino alla strage di Capaci) non è però Riina ma Pippo Calò, che è "passato al nemico" e non ha protetto i figli di Don Masino durante la sua assenza: è lui, secondo Buscetta, il vero traditore di questa storia di crimine e coscienza che ha segnato la Storia d'Italia e resta un dilemma etico senza univoca soluzione.

NOTE DI REGIA:
«Mi interessa il personaggio di Tommaso Buscetta perché è un traditore. Il traditore potrebbe essere il titolo del film. Ma in verità chi ha veramente tradito i principi 'sacri' di Cosa Nostra non è stato Tommaso Buscetta, ma Totò Riina e i Corleonesi. Come si vede due modi opposti di tradire. Nella storia tradire non è sempre un'infamia. Può essere una scelta eroica. I rivoluzionari, ribellandosi all'ingiustizia anche a costo della vita, hanno tradito chi li opprimeva e voleva tenerli in schiavitù.» (Marco Bellocchio)


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY