CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

LA VITA POSSIBILE
di Ivano De Matteo, Italia, 2016, 1h40
con Margherita Buy, Valeria Golino, Andrea Pittorino, Caterina Shulha
GIOVEDÌ
02 Dicembre
21.15 Proiezione unica
biglietto unico: € 5,00

CREDITS
Titolo Originale:
La vita possibile
Regia:
Ivano De Matteo
Attori:
Margherita Buy, Valeria Golino, Andrea Pittorino, Caterina Shulha, Bruno Todeschini
Soggetto:
Valentina Ferlan
Sceneggiatura:
Valentina Ferlan, Ivano De Matteo
Fotografia:
Duccio Cimatti
Musiche:
Francesco Cerasi
Montaggio:
Marco Spoletini
Scenografia:
Alessandro Marrazzo
Costumi:
Valentina Taviani
Suono:
Antongiorgio Sabia - (presa diretta)
Paese:
ITALIA, FRANCIA - 2016
Durata:
100 Min
Produzione:
MARCO POCCIONI, MARCO VALSANIA PER RODEO DRIVE, BARBARY FILMS, CON RAI CINEMA
Distribuzione:
TEODORA FILM
 

SINOSSI:
Anna abbandona la sua abitazione romana insieme al figlio tredicenne Valerio per sfuggire a un marito violento che la tormenta, e che le denunce e le diffide non sono riuscite a tenere a bada. La donna si rifugia a Torino nel microscopico appartamento soppalcato di Carla, attrice teatrale squattrinata ma ricca di entusiasmo, assai generosa nell'accogliere a braccia aperte l'amica in difficoltà. A Torino Anna cerca lavoro e una vita sicura per sé e per suo figlio, ma Valerio patisce la lontananza dal padre e dagli amici romani e cerca di alleviare la propria solitudine accompagnandosi a due stranieri (come lui): una prostituta dell'est che potrebbe essere sua sorella maggiore e un ristoratore francese ex calciatore e, dicono, ex carcerato.

“La vita possibile” è un film sulla speranza, sulla forza delle donne, sulla capacità di nascere e rinascere ancora. Anna sarebbe potuta finire tra le colonne di un giornale, una notizia tra le notizie, il corpo spezzato di una donna che va ad aggiungersi alle centinaia di corpi di donne che ogni anno cadono nelle nostre case, nelle nostre strade. Vittime dell’inganno di sentimenti malati. Ma Anna non sarà lì. La “vita possibile” esiste, la via d’uscita c’è. Ribellarsi è non solo necessario ma anche doveroso. La possibilità è quella di trovare una folle e dolce amica che ti aiuta… “(…) Dalla gioia – spiega infatti nel libro “Tenerezza” la teologa e filosofa Isabella Guanzini – proviene una sempre maggiore intensità di esistenza che genera una rete sempre più fitta di effetti sociali, capaci di mettere in movimento idee e di dare inizio a eventi nel tessuto variegato del vivere comune. L’amore di cui parla Spinoza, per esempio è la via per uscire da se stessi e iniziare a conoscere e comprendere il mondo, come uno slancio verso un legame più profondo con la realtà. L’amore, più che una passione, è un’affetto: non è un’esperienza che si subisce, ma un atto di conoscenza. E’ un modo di percepire e vedere il mondo, che diviene pura espressione di gioia alla presenza di un altro: «L’amore è una Letizia accompagnata dall’idea di una causa esterna», ossia l’oggetto dell’amore. Ciò significa che l’amore ci dona vita, ci rende più attivi, più sensibili al mondo e alla presenza dell’altro”.


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY