CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

LE NOSTRE BATTAGLIE
di Guillaume Senez, Belgio, 2018, 1h38.
Con Laetitia Dosch, Laure Calamy, Lucie Debay, Dominique Valadié.
PROIEZIONE SPECIALE ALLA 57. SEMAINE DE LA CRITIQUE (CANNES, 2018).
PREMIO CIPPUTI AL 36. TORINO FILM FESTIVAL (2018).
LUNEDÌ
16 Settembre
15.30 - 21.15
€ 3,00


CREDITS
Titolo Originale:
Nos Batailles
Regia:
Guillaume Senez
Attori:
Romain Duris, Laure Calamy, Laetitia Dosch, Lucie Debay, Basile Grunberger.
Soggetto:
Gaëlle Debaisieux
Sceneggiatura:
Guillaume Senez, Raphaëlle Desplechin-Valbrune
Fotografia:
Elin Kirschfink
Montaggio:
Julie Brenta
Scenografia:
Florin Dima
Arredamento:
Florin Dima
Costumi:
Julie Lebrun
Suono:
Fabrice Osinski, Virginie Messiaen - (montaggio), Sabrina Calmels - (montaggio), Franco Piscopo - (mix)
Paese:
BELGIO, FRANCIA - 2018
Durata:
98 Min
Produzione:
IOTA PRODUCTION, LES FILMS PELLÉAS. IN COPRODUZIONE CON SAVAGE FILM
Distribuzione:
PARTHÉNOS
 

SINOSSI:
Olivier lavora in fabbrica e sta considerando la possibilità di entrare nel sindacato. Ma il lavoro assorbe la maggior parte del suo tempo, e sulle spalle della moglie Laura ricade la responsabilità della vita familiare: portare a scuola i bambini, preparargli la cena, aiutarli con i compiti, metterli a dormire. Anche questo è un lavoro faticoso. Troppo faticoso forse per Laura, che lotta in segreto contro l’inizio di una depressione. La soluzione, per la donna, è una sola: scappare. Costretto a fare i conti con un quotidiano complicato dall’assenza di Laura, Olivier deve ristabilire priorità e necessità, lottando contro la rabbia nei confronti della madre dei suoi figli.

RECENSIONE:
«Debutta la nuova economia, quella dei nuovi tempi moderni: l'imminente 'Valzer tra gli scaffali' racconta i lunghi corridoi di un ipermercato tedesco che sembra la Metro, mentre il magazziniere di 'Le nostre battaglie' lavora in grandi store di e-commerce che somigliano ad Amazon. (...) La bellezza inespressa del film sta proprio nel non mettere nulla tra virgolette, ognuno la pensi come vuole, ma il regista getta un sasso nello stagno, lasciando che la storia continui, che pubblico e privato giochino il loro match fino al bellissimo finale. La fortuna è che Romain Duris è un attore di rara sensibilità, che non conosce la retorica; che i due bambini siano di sconcertante verità e che Laetitia Dosch, sorella tata a tempo perso, faccia una luminosa comparsata in questo ménage di ordinaria amministrazione che nasconde la gemma misteriosa dello straordinario.» (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera', 21 febbraio 2019)
 


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY