CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

L’INSULTO
di Ziad Doueiri, Libano, 2017, 1h52.
Con Adel Karam, Kamel El Basha, Camille Salameh, Rita Hayek
COPPA VOLPI PER IL MIGLIOR ATTORE A KAMEL EL BASHA
ALLA 74. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2017).
MERCOLEDÌ
06 Dicembre
21.15 Proiezione unica
intero € 5,50 – ridotto € 5,00
GIOVEDÌ
07 Dicembre
15.30 - 21.15
intero € 7,50 – ridotto € 5,50
VENERDÌ
08 Dicembre
15.15 - 17.30 - 20.00 - 22.00
intero € 7,50 – ridotto € 6,00
SABATO
09 Dicembre
17.30 - 20.00 - 22.00
intero € 7,50 – ridotto € 5,50
DOMENICA
10 Dicembre
15.15 - 17.30 - 19.30 - 21.30
intero € 7,50 – ridotto € 6,00
MARTEDÌ
12 Dicembre
21.15 Proiezione unica
intero € 5,50 – ridotto € 5,00
MERCOLEDÌ
13 Dicembre
21.15 Proiezione unica
intero € 5,50 – ridotto € 5,00


CREDITS
Titolo Originale:
L'insulte
Regia:
Ziad Doueiri
Interpreti:
Adel Karam, Kamel El Basha, Camille Salameh, Rita Hayek
Soggetto:

Sceneggiatura:
Ziad Doueiri, Jöelle Touma
Fotografia:
Tommaso Fiorilli
Musiche:
Éric Neveux
Montaggio:
Dominique Marcombe
Scenografia:
Johan Knudsen
Costumi:
Lara Khamiss
Suono:

Effetti:

Paese:
Libano 2017
Durata:
110 Min
Produzione:
ANTOUN SEHNAOUI, JEAN BRÉHAT, RACHIB BOUCHAREB, JULIE GAYET, NADIA TURINCEV PER EZEKIEL FILMS, ROUGE INTERNATIONAL, TESSALIT PRODUCTIONS, IN COPRODUZIONE CON COHEN MEDIA GROUP, SCOPE PICTURES, DOURI FILMS
Distribuzione:
LUCKY RED
 

SINOSSI:
Durante i lavori per rinnovare la facciata di un edificio a Beirut, Toni, un cristiano libanese, e Yasser, un rifugiato palestinese, si scontrano per un impianto idraulico. La lite è piuttosto violenta a livello verbale tanto che Yasser finisce per insultare Toni. Quest'ultimo, ferito nella sua dignità, decide di sporgere denuncia e i due vengono improvvisamente catapultati in un vortice infernale con un lungo processo che attira l'attenzione mediatica nazionale, per le ataviche questioni tra palestinesi e cristiani libanesi.

RECENSIONE:
«Nel film libanese tutto sembra nascere dal carattere fumantino dei due contendenti, affidati agli eccellenti Adel Karam e Kamel El Basha (...) le ragioni dell'uno o dell'altro diventano la miccia che accende la contrapposizione mai sopita tra cristiano-libanesi (assimilabili per certi versi ai nostri leghisti) e profughi palestinesi, forti della solidarietà militante che li accompagna. E che il film svela poco a poco, un interrogatorio dopo l'altro, mentre ci si srotola davanti la storia degli ultimi cinquant'anni di storia libanese, fatta di sangue e di odi incrociati.» (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera', 1 settembre 2017)
 


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale scrivi a:
info@cinemarondinella.it