CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

MUSEO –
FOLLE RAPINA A CITTÁ DEL MESSICO
di Alonso Ruizpalacios, Messico 2018, 2h08.
con Gael Garcia Bernal, Simon Russell Beale, Lynn Gilmartin, Ilse Salas..
ORSO D'ARGENTO PER LA MIGLIOR SCENEGGIATURA AL 68. FESTIVAL DI BERLINO (2018).
LUNEDÌ
14 Gennaio
15.30 - 21.15
Biglietto ore 15.30: € 3,00
 
 
 
Biglietto ore 21.15: € 4,00
Tessera  x   4 film: € 12,00
Tessera  x 10 film: € 25,00

CREDITS
Titolo Originale:
Museo
Regia:
Alonso Ruiz Palacios
Interpreti:
Gael García Bernal, Leonardo Ortizgris, Alfredo Castro, Simon Russell Beale, Lisa Owen
Sceneggiatura:
Alonso Ruiz Palacios, Manuel Alcalá
Fotografia:
Damián García
Musiche:
Tomás Barreiro
Montaggio:
Yibrán Asuad
Scenografia:
Sandra Cabriada
Costumi:
Malena de la Riva
Effetti:
Raul Prado
Paese:
MESSICO - 2018
Durata:
128 Min
Produzione:
MANUEL ALCALÁ, GERARDO GATICA, ALBERTO MUFFELMANN, RAMIRO RUIZ PER DETALLE FILMS, DISTANT HORIZON, PANORAMA GLOBAL
Distribuzione:
I WONDER PICTURES
 

SINOSSI:
Eterni studenti, Juan e Benjamín pianificano un colpo grosso. Vorrebbero entrare al Museo Nazionale di Antropologia di Città del Messico e rubare alcune preziose opere maya, mixteche e zapoteche, in particolare la maschera funeraria del re Palal. Così, mentre le loro famiglie festeggiano il Natale i due ragazzi si mettono al lavoro, come una coppia di ladri professionisti. La missione va a buon fine e con le borse piene di tesori, i due riescono a tornare a casa dove la famiglia è riunita davanti al telegiornale che riporta del furto come un attacco all'intera nazione. Solo allora Juan e Benjamín si rendono conto della gravità della loro azione. Mentre le autorità annunciano di offrire un'abbondante ricompensa a chi ritrova le opere d'arte, i due fuggono per salvare il bottino e la propria pelle. Ma il viaggio li porterà fuori controllo.

RECENSIONE:
«Ispirato ad eventi realmente accaduti la notte del 24 dicembre 1985 quando due studenti di veterinaria rubarono 140 opere del Museo Nazionale di Antropologia di Città del Messico, Museo riconduce a quell'evento che sconvolse l'intero Paese per raccontare una storia messicana e universale al tempo stesso.[...] Il regista riflette su una generazione di ragazzi di Città del Messico senza meta, disorientati e indecisi che si lasciano vivere senza vocazioni né ambizioni.» (Francesca Ferri, 'Mymovies.it')


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY