CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 


Due film dedicati all’alpinismo,
due modi diversi di vivere l’ascensione alla vetta in due epoche storiche diverse,
entrambi caratterizzati però dallo stesso folle amore per la montagna


Martedì 8 febbraio –
ore 15.30-21.15
 
 


THE ALPINIST –
UNO SPIRITO LIBERO
di Peter Mortimer, Nick Rosen, Usa, 2021, 1h33.

Un uomo lontano dai riflettori, arrampicato su remote pareti alpine. Il suo nome era Marc-André Leclerc (1992-2018), giovane canadese dallo spirito libero che ha compiuto alcune delle salite in solitaria più audaci della storia.
È a lui che è dedicato THE ALPINIST-UNO SPIRITO LIBERO: il ritratto intimo di uno scalatore visionario, guidato solo dal suo amore per la montagna. Senza videocamere, senza corda e senza margine di errore, l'approccio di Leclerc ha sempre rappresentato l'essenza stessa dell'avventura in solitario. Nomade e timido, non ha mai posseduto un telefono o un'auto. Quando si è proposto di realizzare un film su di lui, il regista Peter Mortimer ha faticato a tenere il passo con il suo soggetto sfuggente, seguendolo in un'avventura storica in Patagonia capace di ridefinire ciò che è possibile nell'arrampicata in solitaria.

Biglietto: 10,00€ /8,00€
 

Giovedì 17 febbraio –
ore 15.30/21.15
Venerdì 18 febbraio –
ore 18.30


ITALIA K2.
RIPRESE DI
MARIO FANTIN
Italia, 1954/2021, 1h13.

Montaggio realizzato nel 2021 a partire dalle riprese di Mario Fantin per il documentario Italia K2 di Marcello Baldi (Italia, 1955) per gentile concessione di Club Alpino Italiano. Musica originale di Teo Usuelli orchestrata e adattata da Daniele Furlati per gentile concessione di Michele dall’Ongaro, eseguita dall’Orchestra e dal Coro del Teatro Comunale di Bologna diretti da Timothy Brock.

Mario Fantin, bolognese classe 1921, con la sua macchina da presa ha documentato le spedizioni più avventurose dirette ai quattro angoli del globo. Prima fra tutte, la mitica conquista italiana del K2 nel 1954. Abbiamo deciso di presentare quelle immagini (poi confluite nel film Italia K2 di Marcello Baldi, in corso di restauro) senza commento parlato accompagnandole con le musiche scritte, all’epoca, dal maestro Teo Usuelli, eseguite dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Fantin effettuò tutte le riprese fino a 6560 metri, poi fu obbligato a fermarsi e istruì gli alpinisti che poterono così documentare la parte finale della scalata. Mai in precedenza riprese cinematografiche erano state effettuate a tali quote. Il restauro restituisce tutta l’emozione alle immagini e all’impresa compiuta dagli uomini della spedizione. Le immagini sono così potenti che si ha la sensazione di assistere al compimento dell’ultima odissea umana sulla terra. E le riprese, liberate dalla retorica dell’epoca, ci fanno riscoprire lo sguardo etico di Fantin, capace, in condizioni impossibili, di trovare sempre l’inquadratura giusta, quella che ci racconta lo spirito profondo di quest’avventura, il rapporto tra l’uomo e la natura, la bellezza suprema delle montagne, la sfida umana per superare i propri limiti.

Biglietto: 7,50€ /6,00€

 


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY