CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 


  
 
Biglietto x 1 film ore 15.30: 3,00 euro
Biglietto x 1 film ore 21.15: 4,00 euro
Tessera valida per 4 film: 12 euro
Tessera valida per 10 film: 25 euro

Le tessere sono valide fino al 2 ottobre 2020.
Della tessera si possono utilizzare fino a 2 ingressi per serata.




Lunedì 13 gennaio
ore 15.30-21.15


CENA CON DELITTO - KNIVES OUT
di Rian Johnson,
USA, 2019, 2h11
con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas

Harlan Thrombey, romanziere, editore e carismatico patriarca di una bizzarra famiglia allargata, è morto. Scoperto dalla giovane cameriera Marta la mattina dopo un'imponente festa di compleanno per i suoi 85 anni, il cadavere eccellente ha la gola tagliata ma sembra essere il frutto di un suicidio. La lussuosa villa di campagna di Thrombey vede l'arrivo di due ispettori di polizia, dell'investigatore privato Benoit Blanc, e dei familiari del ricco imprenditore, guidati dai figli Linda e Walter e dalla nuora Joni. Con un'eredità che fa gola a ognuno di loro, e con un'indagine che gratta sotto la superficie degli eventi, la costernazione lascia velocemente il posto al sotterfugio e al pregiudizio.
 
Lunedì 20 gennaio
ore 15.30-21.15


L’UFFICIALE E LA SPIA
di Roman Polanski,
Usa, 2019, 2h12
Con Emmanuelle Seigner, Jean Dujardin, Louis Garrel, Mathieu Amalric
Gran Premio della Giuria – Festival di Venezia 2019

Gennaio del 1895, pochi mesi prima che i fratelli Lumière diano vita a quello che convenzionalmente chiamiamo Cinema, nel cortile dell'École Militaire di Parigi, Georges Picquart, un ufficiale dell'esercito francese, presenzia alla pubblica condanna e all'umiliante degradazione inflitta ad Alfred Dreyfus, un capitano ebreo, accusato di essere stato un informatore dei nemici tedeschi. Al disonore segue l'esilio e la sentenza condanna il traditore ad essere confinato sull'isola del Diavolo, nella Guyana francese. Il caso sembra archiviato. Picquart guadagna la promozione a capo della Sezione di statistica, la stessa unità del controspionaggio militare che aveva montato le accuse contro Dreyfus. Ed è allora che si accorge che il passaggio di informazioni al nemico non si è ancora arrestato. Da uomo d'onore quale è si pone la giusta domanda: Dreyfus è davvero colpevole?
 
Lunedì 27 gennaio
ore 15.30-21.15


SORRY WE MISSED YOU
di Ken Loach,
Gran Bretagna, 2019, 1h40
Con Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone, Katie Proctor

Ricky, Abby e i loro due figli, l'undicenne Liza Jane e il liceale Sebastian, vivono a Newcastle e sono una famiglia unita. Ricky è stato occupato in diversi mestieri mentre Abby fa assistenza domiciliare a persone anziane e disabili. Nonostante lavorino duro entrambi si rendono conto che non potranno mai avere una casa di loro proprietà. Giunge allora quella che Ricky vede come l'occasione per realizzare i sogni familiari. Se Abby vende la sua auto sarà possibile acquistare un furgone che permetta a lui di diventare un trasportatore freelance con un sensibile incremento nei guadagni. Non tutto però è come sembra.
 

ore 20.45
CINEFESTIVAL CORTO:
PER SEMPRE
di Alessio Di Cosimo, 8 min.

Lunedì 3 febbraio
ore 15.30-21.15


UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK
di Woody Allen,,
Usa, 2019, 1h36
Con Timothée Chalamet, Elle Fanning, Selena Gomez, Jude Law

Gatsby e Ashleigh hanno deciso di trascorrere un fine settimana a New York. Lui viene da New York e non vede l'ora di mostrare alla fidanzata la sua città natale e lo charme vintage dei suoi luoghi di predilezione. Lei viene da Tucson, Arizona, e si occupa del giornale della modesta università dove si sono incontrati. Élite urbana e provinciale, Gatsby e Ashleigh sono complementari e innamorati. Ma non basta, soprattutto a New York in un giorno di pioggia che rovescia acqua e destini.
 
Lunedì 10 febbraio
ore 15.30-21.15


LA BELLE ÈPOQUE
di Nicolas Bedos,
Francia, 2019, 1h50
Con Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Doria Tillier, Fanny Ardant

Victor e Marianne sono sposati e 'inversi'. Lui vorrebbe ritornare al passato, lei andare avanti. Disegnatore disoccupato che rifiuta il presente e il digitale, Victor è costretto a lasciare il tetto coniugale. A cacciarlo è Marianne, psicanalista dispotica che ha bisogno di stimoli e ne trova di erotici in François, il migliore amico di Victor. Vecchio e disilluso, Victor accetta l'invito della Time Traveller, una curiosa agenzia che mette in scena il passato. A dirigerla con scrupolo maniacale è Antoine, che regala ai suoi clienti la possibilità di vivere nell'epoca prediletta grazie a sontuose scenografie e a un gruppo di attori rodati. Tutto è possibile, bere un bicchiere con Hemingway o sparare sull'aristocrazia del XVIII secolo. Victor sceglie di rivivere il suo incontro con Marianne, una sera di maggio del 1974 in un café di Lione ("La belle époque"). Sedotto dal fascino dell'attrice che interpreta la sua consorte a vent'anni, Victor col passato trova il futuro.
 
Lunedì 17 febbraio
ore 15.30-21.15


PINOCCHIO
di Matteo Garrone,
Italia, 2019, 2h04
Con Roberto Benigni, Federico Ielapi, Gigi Proietti, Rocco Papaleo

Ci sono tutti, i personaggi principali del romanzo di Collodi, nel Pinocchio di Matteo Garrone: Geppetto e il suo burattino di legno, Lucignolo, Mangiafuoco, la Fata Turchina, il Grillo Parlante, il Gatto e la Volpe, fino all'Omino di burro, il Tonno e la Balena. Perché questo ennesimo adattamento cinematografico di una delle favole italiane più note nel mondo è enormemente rispettoso dell'originale
 

Lunedì 24 febbraio
ore 15.30-21.15


IL PARADISO PROBABILMENTE
di Elia Suleiman,
Francia, 2019, 1h37
Con Elia Suleiman, Gael García Bernal, Holden Wong, Robert Higden
Menzione Speciale della Giuria – Festival di Cannes 2019

Es, fuggito dalla Palestina alla ricerca di una patria alternativa o di una terra che lo accolga, si renderà conto che il suo paese d'origine lo segue come un'ombra. La promessa e la speranza di una nuova vita si trasformano rapidamente in una commedia dell'assurdo, per quanto si allontani dal suo paese e visiti nuove città, da Parigi a New York, c'è sempre qualcosa che gli ricorda casa.
 

ore 20.45
CINEFESTIVAL CORTO:
PRENDITI CURA DI ME
di Mario Vitale, 15 min.
Lunedì 2 marzo
ore 15.30-21.15


HAMMAMET
di Gianni Amelio,
Italia, 2020, 2h07
Con Pierfrancesco Favino, Livia Rossi, Luca Filippi, Silvia Cohen

Hammamet, fine del secolo scorso. Il Presidente ha lasciato l'Italia, condannato per corruzione e finanziamento illecito con sentenza passata in giudicato. Accanto a lui ci sono moglie e figlia, mentre il secondogenito è in Italia a "combattere" per riabilitarne l'immagine e gestirne l'eredità politica. Nel suo "esilio volontario" lo raggiungono in pochi: Fausto, il figlio dell'ex compagno di partito Vincenzo suicida dopo essere stato inquisito dal Giudice, e un Ospite suo "avversario, mai nemico". Sono gli ultimi giorni di una parabola umana e politica che vedrà il Presidente dibattersi fra malattia, solitudine e rancore: e la sua ultima testimonianza è affidata alle riprese di Fausto che nello zaino, oltre alla telecamera, nasconde una pistola.
 
Lunedì 9 marzo
ore 15.30-21.15


IL MISTERO HENRI PICK
di Rémi Bezançon,
Francia, 2019, 1h40
Con Fabrice Luchini, Camille Cottin, Alice Isaaz, Bastien Bouillon

Jean-Michel Rouche è un critico letterario e presentatore di un seguitissimo talk show sui libri in uscita. Un giorno in trasmissione si presenta la vedova di un pizzaiolo di cui, dopo la morte, è stato scoperto un romanzo inedito che, a pubblicazione avvenuta, è diventato un best seller. In trasmissione c'è anche la giovane editor che ha scoperto il manoscritto presso un'insolita libreria bretone, dentro la quale c'è una stanza dedicata interamente ai parti letterari di chi non è mai riuscito a farsi pubblicare. Ma Jean-Michel sente odore di imbroglio, e diventa ossessionato dall'idea di smascherare l'autore di quello che lui (e solo lui) ritiene essere un falso letterario. Dunque si reca personalmente in Bretagna per risalire alle origini della frode, e si mette in contatto con la famiglia del pizzaiolo, cercando di scoprirne i segreti.
 

Lunedì 16 marzo
ore 15.30-21.15


RICHARD JEWELL
di Clint Eastwood,
Usa, 2019, 2h09
Con Sam Rockwell, Kathy Bates, Jon Hamm, Olivia Wilde

Atlanta, Georgia. Richard Jewell è un trentenne sovrappeso che vive ancora con la mamma e si considera un tutore della legge, ma in realtà svolge per lo più lavoretti di sorveglianza. Richard considera sua missione proteggere gli altri ad ogni costo: dunque, durante gli eventi che precedono le Olimpiadi del 1996, è il primo a dare l'allarme quando vede uno zaino sospetto abbandonato sotto una panchina. Questo fa sì che l'attentato dinamitardo del 27 luglio al Centennial Olympic Park abbia esiti po' meno tragici di quelli previsti dall'attentatore, e Richard diventa l'eroe che aveva sempre sognato di essere: ma la sua celebrità istantanea non tarderà a rivoltarglisi contro e a farlo precipitare dal sogno all'incubo.
 
Lunedì 23 marzo
ore 15.00-20.15


THE IRISHMAN
di Martin Scorsese,
Usa, 2019, 3h29
Con Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel
Versione in lingua originale con sottotitoli in Italiano

Frank Sheeran è un veterano della Seconda Guerra Mondiale e un autista di camion quando incontra l'uomo del destino, Russell Bufalino, boss della mafia a Filadelfia, che vede in lui il tratto principale di un buon ufficiale: l'affidabilità. Le famiglie di Frank e Russell stringono un'amicizia che va al di là (ma non al di sopra, come vedremo) del business. Russell è così fiero di Frank che lo presenta a Jimmy Hoffa, il capo del sindacato dei camionisti, più popolare di Elvis e dei Beatles messi insieme. Hoffa è vulcanico e brillante, calcolatore e stratega, ma anche affettuoso e seducente. Frank non è immune al suo carisma e diventa il suo guardiaspalle, il suo consigliere e, forse, il suo miglior amico. Il viaggio di questi tre personaggi attraverso gli Stati Uniti e la Storia americana è la stoffa di cui è fatto il cinema.
 
Lunedì 30 marzo
ore 15.30-21.15


1917
di Sam Mendes,
Gran Bretagna, 2019, 1h50
Con George MacKay, Dean-Charles Chapman, Mark Strong, Andrew Scott

1917 Prima guerra mondiale. Due giovani caporali britannici, Schofield e Blake appartengono entrambi all'ottavo battaglione e prima di essere camerati, sono innanzitutto amici. Non stupisce quindi che vengano scelti proprio loro due, insieme, per portare a termine un'ardua missione: attraversare l'ostile territorio nemico per consegnare un messaggio a un battaglione di 1600 uomini, tra cui il fratello di Blake, Joseph . Così facendo, impedirebbero ai soldati di cadere in una trappola mortale, ordita dai nemici tedeschi. L'impresa è al limite del possibile, perché il tempo per svolgerla è poco e il territorio da attraversare è impervio. La loro rotta è a sudest e il loro equipaggiamento base è fornito anche di mappe e torce. I due soldati dovranno raggiungere il battaglione accampato nei pressi di Écouste e consegnare l'avvertimento del generale Erinmore al colonnello Mackenzie.
 

Lunedì 6 aprile
ore 15.30-21.15


I MISERABILI
di Ladj Ly,
Francia, 2019, 1h40
Con Damien Bonnard, Alexis Manenti, Djibril Zonga
Premio della Giuria – Festival di Cannes 2019

Montfermeil, periferia di Parigi. L'agente Ruiz, appena trasferitosi in loco, prende servizio nella squadra mobile di polizia, nella pattuglia dei colleghi Chris e Gwada. Gli bastano poche ore per fare esperienza di un quartiere brulicante di tensioni tra le gang locali e tra gang e forze dell'ordine, per il potere di dettare legge sul territorio. Quello stesso giorno, il furto di un cucciolo di leone dalla gabbia di un circo innesca una caccia all'uomo che accende la miccia e mette tutti contro tutti.
 

ore 20.45
CINEFESTIVAL CORTO:
SI SOSPETTA IL MOVENTE PASSIONALE CON L’AGGRAVANTE DI FUTILI MOTIVI
di Cosimo Alemà, 15 min.
Martedì 14 aprile
15.30-21.15


LA RAGAZZA D’AUTUNNO
di Kantemir Balagov,
Russia, 2019, 2h17
Con Viktoria Miroshnichenko, Vasilisa Perelygina, Andrey Bykov, Igor Shirokov
Miglior Regia “Un certain Regard” – Festival di Cannes 2019

Leningrado, 1945. La guerra è finita ma l'assedio nazista è stato feroce e la città è in ginocchio. Iya è una ragazza bionda, timida e altissima, che ogni tanto si blocca, per un trauma da stress. Lavora come infermiera in un ospedale e si occupa del piccolo Pashka. Ma quando la vera madre del bambino, Masha, torna dal fronte, lui non c'è più. Spinta psicologicamente al limite dal dolore e dagli orrori vissuti, Masha vuole un altro figlio e Iya dovrà aiutarla, a tutti i costi.
 
Lunedì 20 aprile
ore 15.30-21.15


STORIA DI UN MATRIMONIO
di Noah Baumbach,
Usa, 2019, 2h16
Con Scarlett Johansson, Adam Driver, Laura Dern, Merritt Wever
Versione in lingua originale con sottotitoli in Italiano

Charlie, regista di teatro, e Nicole, sua moglie e prima attrice, si stanno separando. Lui lavora a New York, lei si è trasferita a Los Angeles per lavorare in televisione, insieme hanno un figlio. Nicole vuole un'altra vita e chiede il divorzio, affidandosi ad un abile avvocato. Charlie deve quindi lottare a sua volta, per continuare a vivere nella sua città senza perdere la custodia condivisa del bambino.
 

Lunedì 27 aprile
ore 15.30-21.15


PARASITE
di Bong Joon-ho,
Corea del Sud, 2019, 2h12
Con Song Kang-ho, Sun-kyun Lee, Choi Woo-Sik, Hyae Jin Chang
Palma d’oro – Festival di Cannes

Ki-woo vive in un modesto appartamento sotto il livello della strada. La presenza dei genitori, Ki-taek e Chung-sook, e della sorella Ki-jung rende le condizioni abitative difficoltose, ma l'affetto familiare li unisce nonostante tutto. Insieme si prodigano in lavoretti umili per sbarcare il lunario, senza una vera e propria strategia ma sempre con orgoglio e una punta di furbizia. La svolta arriva con un amico di Ki-woo, che offre al ragazzo l'opportunità di sostituirlo come insegnante d'inglese per la figlia di una famiglia ricca: il lavoro è ben pagato, e la villa del signor Park, dirigente di un'azienda informatica, è un capolavoro architettonico. Ki-woo ne è talmente entusiasta che, parlando con la signora Park dei disegni del figlio più piccolo, intravede un'opportunità da cogliere al volo, creando un'identità segreta per la sorella Ki-jung come insegnante di educazione artistica e insinuandosi ancor più in profondità nella vita degli ignari sconosciuti.
 
Lunedì 4 maggio
ore 15.30-21.15


VOLEVO NASCONDERMI
di Giorgio Diritti,
Italia, 2020
Con Elio Germano, Oliver Ewy, Paola Lavini, Gianni Fantoni

Toni, figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un'infanzia e un'adolescenza difficili, vive per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame. L'incontro con lo Scultore Renato Marino Mazzacurati è l'occasione per riavvicinarsi alla pittura, è l'inizio di un riscatto in cui sente che l'arte è l'unico tramite per costruire la sua identità, la vera possibilità di farsi riconoscere e amare dal mondo. Toni, un uomo rachitico, brutto, sovente deriso diventa il pittore immaginifico che dipinge tigri, gorilla e giaguari stando sulla sponda del Po. Quella di Ligabue è una "favola" in cui emerge la ricchezza della diversità. Ogni persona ha una preziosa specificità, che al di là delle apparenze può rivelarsi un dono per l'intera collettività.
 


La programmazione da maggio ad agosto 2020
del Cinefestival Rondinella verrà comunicata in seguito

Della tessera si possono utilizzare fino a 2 ingressi per serata.

Le tessere sono valide fino al 2 ottobre 2020.

Le tessere di abbonamento non danno diritto all’assegnazione del posto in sala.

La Direzione si riserva di apportare variazioni al programma,
per cause di forza maggiore indipendenti dalla propria volontà.
 
 

CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY