CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

27 FILM FICTION CORTI DOC -
ANTEPRIME - INCONTRI CON GLI AUTORI





LUNEDÌ 24 SETTEMBRE


ore 15.30


LABOUR.film
VISAGES VILLAGES
di Agnes Varda, JR, Francia, 2017, 1h30. Con Agnes Varda, JR.
Agnès Varda e JR hanno in alcuni punti in comune: la passione e la messa in discussione delle immagini in generale e più specificamente sui luoghi e sui dispositivi per mostrarle, condividerle ed esporle. Agnès ha scelto il cinema. JR ha scelto di creare delle gallerie fotografiche all'aperto. Quando Agnès e JR si sono incontrati nel 2015, hanno subito deciso di lavorare insieme per fare un film in Francia, lontano dalle città, attraverso un viaggio a bordo del camion fotografico (e magico) di JR, portando a termine una serie di progetti, a volte casuali a volte già preparati. Ma il film racconta anche la storia della loro amicizia, cresciuta durante le riprese, tra le sorprese e le prese in giro, ridendo delle loro differenze.
Indipendent Spirit Award 2018 Miglior Film

ore 20.30


Dalla parte di Marta: omaggio a Giovanni Bianchi

ore 21.15


LABOUR.film
DOGMAN
di Matteo Garrone, Italia, 2018, 1h40. Con Marcello Fonte, Edoardo Pesce.
In una periferia sospesa tra metropoli e natura selvaggia, dove l'unica legge sembra essere quella del più forte, Marcello è un uomo piccolo e mite che divide le sue giornate tra il lavoro nel suo modesto salone di toelettatura per cani, l'amore per la figlia Alida, e un ambiguo rapporto di sudditanza con Simoncino, un ex pugile che terrorizza l'intero quartiere. Dopo l'ennesima sopraffazione, deciso a riaffermare la propria dignità, Marcello immaginerà una vendetta dall'esito inaspettato…
Festival di Cannes Miglior Attore a Marcello Fonte




MERCOLEDÌ 26 SETTEMBRE


ore 15.15


LABOUR.short
DEATH OF THE SOUND MAN
di Sorayos Prapapan, Thailandia, 2017, 0h15.
La voce delle persone è spesso trascurata, così come lo è il suono nel film, a cui il pubblico non presta attenzione. Due fonici stanno lavorando al mix finale di un cortometraggio. Riusciranno a essere ascoltati da qualcuno?
In collaborazione con Working Title Film Festival.

ore 15.30


LABOUR.film
PETIT PAYSAN – UN EROE SINGOLARE
di Hubert Charuel, Francia, 2016, 1h30. Con Swann Arlaud, Sara Giraudeau.
Giovane allevatore di vacche da latte, Pierre è legato anima e corpo alla sua terra. L'amore per i suoi animali rappresenta il pendolo della vita di Pierre, scandita dal rapporto conflittuale con la sorella, veterinaria incaricata al controllo sanitario della regione. Ma il futuro dell'azienda familiare è messo in pericolo quando un'epidemia vaccina si diffonde in Francia, finendo per colpire una delle sue vacche. Pierre sarà trascinato in un vortice di colpe e speranze, spingendosi sino ai limiti estremi della legalità pur di salvare i suoi amati animali.
Premio Cesar 2018 Miglior Opera Prima

ore 17.00


LABOUR.short
THE GLASS HORIZON
di Denis Pavlovic, Germania, 2017, 0h12.
Bassa Sassonia, Germania. Per Andrei, lavoratore di origine est europea impiegato in un mattatoio, comincia un incubo ad occhi aperti: il suo capo gli nega il dormitorio ed è costretto a costruirsi un riparo nella foresta vicina. La speranza di un futuro migliore per sé e la sua famiglia gli permette di immaginare una via di fuga da una vita di miseria e paura.
In collaborazione con Working Title Film Festival.




GIOVEDÌ 27 SETTEMBRE


ore 15.30


LABOUR.doc
IL CLAN DEI RICCIAI
di Pietro Mereu, Italia, 2018, 1h10.
La pesca dei ricci è un mestiere faticoso. A Cagliari, fra le onde di un mare cristallino, nei mesi più freddi dell'anno, non sono rimasti in molti a praticarla. Tra questi c'è Gesuino Banchero, che con il suo clan di ex detenuti continua con orgoglio una delle più antiche tradizioni sarde. La cooperativa di pescatori restituisce voce e dignità a quelle persone dimenticate dal mondo che nella pesca dei ricci hanno trovato un'occasione di riscatto. Dopo anni di carcere, Andrea, Massimo, Simone e Bruno cercano così di superare il passato e riprendere il controllo della propria vita.

ore 20.15


LABOUR.doc
IL PATTO DELLA MONTAGNA
di Manuel Cecconello, Maurizio Pellegrini, Italia, 2017, 0h52.
Nel 1944 - 1945, in piena guerra, si riuniscono clandestinamente a Biella imprenditori, operai e partigiani per siglare un accordo volto a mantenere attive le fabbriche tessili e migliorare le condizioni di lavoro, affermando parità di salario a parità di lavoro. Passò alla storia come il Patto della Montagna quello che fu il primo atto in Europa con cui si stabilì la parità salariale tra uomo e donna. Oggi dalle passerelle dell'alta moda di Milano il giovane stilista, Christian Pellizzari, va a Biella, alle origini dei tessuti che usa per le sue collezioni. Lì riscopre luoghi, prodotti e protagonisti della resistenza che nella provincia piemontese era fortemente legata alla sua storia industriale.

ore 21.30


LABOUR.film
VISAGES VILLAGES
di Agnes Varda, JR, Francia, 2017, 1h30. Con Agnes Varda, JR.
Agnès Varda e JR hanno in alcuni punti in comune: la passione e la messa in discussione delle immagini in generale e più specificamente sui luoghi e sui dispositivi per mostrarle, condividerle ed esporle. Agnès ha scelto il cinema. JR ha scelto di creare delle gallerie fotografiche all'aperto. Quando Agnès e JR si sono incontrati nel 2015, hanno subito deciso di lavorare insieme per fare un film in Francia, lontano dalle città, attraverso un viaggio a bordo del camion fotografico (e magico) di JR, portando a termine una serie di progetti, a volte casuali a volte già preparati. Ma il film racconta anche la storia della loro amicizia, cresciuta durante le riprese, tra le sorprese e le prese in giro, ridendo delle loro differenze.
Indipendent Spirit Award 2018 Miglior Film




VENERDÌ 28 SETTEMBRE


ore 20.15


LABOUR.doc
CHIRURGO RIBELLE
di Erik Gandini, Svezia, 2016, 0h51.
Il chirurgo svedese Erik Erichsen, dopo aver prestato servizio per trent'anni in un ospedale in patria, stanco della burocrazia ha deciso di trasferirsi in un posto dove può fare più tranquillamente ciò che davvero ama: operare. In Etiopia, dove ci sono solo tre medici ogni centomila abitanti, il dottor Erichsen e sua moglie Sennait lavorano in un piccolo ospedale da campo ad Aira. Le risorse sono estremamente limitate, tanto che è costretto ad eseguire gli interventi chirurgici utilizzando ciò che ha a portata di mano, come un trapano elettrico a basso costo acquistato al supermercato locale, fascette, raggi di biciclette al posto del filo da sutura; ma il dottor Erichsen riesce sempre a cavarsela.
Al termine della proiezione, Spazio degustazione Enocinema




GIOVEDÌ 4 OTTOBRE


ore 15.30


LABOUR.doc
IL PATTO DELLA MONTAGNA
di Manuel Cecconello, Maurizio Pellegrini, Italia, 2017, 0h52.
Nel 1944 - 1945, in piena guerra, si riuniscono clandestinamente a Biella imprenditori, operai e partigiani per siglare un accordo volto a mantenere attive le fabbriche tessili e migliorare le condizioni di lavoro, affermando parità di salario a parità di lavoro. Passò alla storia come il Patto della Montagna quello che fu il primo atto in Europa con cui si stabilì la parità salariale tra uomo e donna. Oggi dalle passerelle dell'alta moda di Milano il giovane stilista, Christian Pellizzari, va a Biella, alle origini dei tessuti che usa per le sue collezioni. Lì riscopre luoghi, prodotti e protagonisti della resistenza che nella provincia piemontese era fortemente legata alla sua storia industriale.

ore 21.15


LABOUR.doc
IL CLAN DEI RICCIAI
di Pietro Mereu, Italia, 2018, 1h10.
La pesca dei ricci è un mestiere faticoso. A Cagliari, fra le onde di un mare cristallino, nei mesi più freddi dell'anno, non sono rimasti in molti a praticarla. Tra questi c'è Gesuino Banchero, che con il suo clan di ex detenuti continua con orgoglio una delle più antiche tradizioni sarde. La cooperativa di pescatori restituisce voce e dignità a quelle persone dimenticate dal mondo che nella pesca dei ricci hanno trovato un'occasione di riscatto. Dopo anni di carcere, Andrea, Massimo, Simone e Bruno cercano così di superare il passato e riprendere il controllo della propria vita.
Labour Autori: interviene alla proiezione il regista del film Pietro Mereu.




CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY