CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 




Martedì 13 novembre
ore 15.30


LA TERRA DELL’ABBASTANZA
di Damiano e Fabio D’Innocenzo,
Italia, 2018, 1h36.
Con Andrea Carpenzano, Matteo Olivetti, Milena Mancini, Max Tortora, Luca Zingaretti.
Nastro D’Argento Miglior Regista Esordiente 2018

Mirko e Manolo sono due giovani amici della periferia romana. Guidando a tarda notte, investono un uomo e decidono di scappare. La tragedia si trasforma in un apparente colpo di fortuna: l'uomo che hanno ucciso è il pentito di un clan criminale di zona e facendolo fuori i due ragazzi si sono guadagnati la possibilità di entrare a farne parte. La loro vita è davvero sul punto di cambiare.
 
Mercoledì 14 novembre
ore 15.30


UNA STORIA SENZA NOME
di Roberto Andò,
Italia, 2018, 1h50.
Con Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Laura Morante

Valeria Tramonti (Ramazzotti) è la timida segretaria del produttore cinematografico Vitelli (Catania), vive ancora a pochi passi dalla madre (Morante) ed è innamorata dello sceneggiatore Pes (Gassmann), per il quale scrive, non accreditata, i soggetti di cui poi lui si prende il merito. A travolgere la sua riservata esistenza è l'incontro con Rak, un anziano sconosciuto (Carpentieri), personaggio misterioso e informatissimo, che le offre una storia irresistibile da trasformare in film, a patto che (anche stavolta) non sia lei a comparirne come autrice. Quella legata al furto della Natività, tela di Caravaggio sottratta dalla mafia nel 1969 dall'Oratorio di San Lorenzo a Palermo e mai ritrovata. E che la mafia di oggi non ha nessun interesse a divulgare. Peccato che tra i finanziatori del film ci sia Spatafora (Bruno), affiliato a Cosa nostra.
 
Lunedì 19 novembre
ore 15.30


LUCKY
di John Carroll Lynch,
Usa, 2017, 1h28.
Con Harry Dean Stanton, David Lynch, Ron Livingston, Ed Begley Jr.

Alla soglia dei novant'anni Lucky tiene fede al suo nomignolo. Pur fumando un pacchetto di sigarette al giorno e bevendo alcolici, le sue diagnosi mediche sono impeccabili. Ma dopo una caduta comincia a temere la morte e la solitudine.
 

Mercoledì 21 novembre
ore 15.30


LA CASA DEI LIBRI
di Isabel Coixet,
Spagna, 2017, 1h57.
Con Emily Mortimer, Patricia Clarkson

Fine Anni '50. Hardborough, Inghilterra. Florence Green ha perso il marito nel secondo conflitto mondiale e ha deciso di aprire una libreria (seguendo un impulso che la lega al primo incontro con quello che sarebbe divenuto suo marito) in quest'area culturalmente depressa. La sua impresa non sarà semplice perché nella cittadina c'è chi vuole utilizzare l'edificio per altre (presunte) iniziative culturali e farà di tutto per fermarla. Non sarà però del tutto sola perché troverà la collaborazione di una bambina e di un anziano appassionato lettore
 
Lunedì 26 novembre
ore 15.30


MANUEL
di Dario Albertini,
Italia, 2017, 1h38.
Con Andrea Lattanzi, Francesca Antonelli, Renato Scarpa, Giulia Elettra Gorietti.
Miglior Regista Esordiente “Bimbi Belli” 2018

Manuel, al compimento dei diciotto anni esce dall'istituto per minori privi di un sostegno familiare e deve reinserirsi in un mondo da cui è stato a lungo lontano. Sua madre, che è in carcere, può sperare di ottenere gli arresti domiciliari solo se lui accetta di prenderla in carico. Si tratta di una responsabilità non di poco conto.
 
Mercoledì 28 novembre
ore 15.30


TUTTI IN PIEDI
di Franck Dubosc,
Francia, 2018, 1h47.
Con Franck Dubosc, Alexandra Lamy

Jocelyn mente tutto il tempo, ci prova tutto il tempo. Con tutte. Bionde, rosse, brune, indigene, straniere, alte, piccine, il catalogo è infinito e disparato. Appassionato corridore e playboy con azienda florida e Porsche fiammante, Jocelyn incontra Florence, una violinista con l'hobby del tennis costretta sulla sedia a rotelle. Un concorso di circostanze, affatto nobili e a cui proprio non riesce a sottrarsi, lo spingono a sedurla fingendosi paraplegico. Ma il sentimento che insorge improvvisamente per la donna complica dannatamente le cose e rimanda (troppo) a lungo il momento della verità. Colta e sensibile, Florence gli servirà un rovescio, costringendolo all'errore e alla resa totale.
 

Martedì 4 dicembre
ore 15.30


GIRL
di Lukas Dhont,
Belgio, 2018, 1h45.
Con Victor Polster, Arieh Worthalter, Oliver Bodart,Tijmen Govaerts.
Camera d’Or – Festival di Cannes 2018

Lara ha quindici anni e un sogno, diventare una ballerina professionista. Ci prova ogni giorno Lara, alla sbarra, in sala, davanti allo specchio, nascondendo al mondo il suo segreto. Lara vuole danzare come una ragazza ma è nata ragazzo e deve fare i conti con un corpo che non ama, trasfigurandolo attraverso la danza e trasformandolo con gli ormoni. Seguita da un padre amorevole e un’équipe di medici che l’accompagnano psicologicamente nel passaggio di genere, insegue sulle punte il giorno dell’emancipazione da un corpo che odia fino a spezzarlo.
 
Mercoledì 5 dicembre
ore 15.30


THE WIFE – VIVERE NELL’OMBRA
di Björn Runge,
Francia, 2017, 1h40.
Con Glenn Close, Jonathan Pryce

Joe Castleman, uno dei più illustri romanzieri americani, è in procinto di ricevere il premio Nobel per la Letteratura. Scrittore scontroso e un po' arrogante, è un uomo che ha un continuo bisogno di approvazione e conferme. Sua moglie Joan è una donna elegante e irreprensibile che ha dedicato la sua vita a Joe, supportandolo con dedizione. Ma durante gli eventi organizzati per la cerimonia di premiazione, occasioni durante le quali Joe non manca di sottolineare come sua moglie non sia una scrittrice, Joan, che per quarant'anni ha sacrificato il proprio talento letterario per sostenere la carriera del marito, decide di dire basta.
 
Lunedì 10 dicembre
ore 15.30


71° anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani con Emergency

BLACKKKLANSMAN
di Spike Lee,
Usa, 2018, 2h08.
Con Adam Driver, Ryan Eggold, Topher Grace, Corey Hawkins.
Gran Premio Giuria – Festival di Cannes 2018

Colorado, anni Settanta. Ron Stallworth entra nel Dipartimento di polizia di Denver dopo la laurea. Fra i suoi primi incarichi c'è quello di infiltrarsi ad un incontro con il leader afroamericano Stokey Carmichael, dove Ron si imbatte in Patrice, una sorta di Angela Davis organizzatrice dell'evento e convinta sostenitrice del movimento di autoaffermazione black. È un risveglio per il giovane uomo che fino a quel momento sembrava non aver prestato troppa attenzione alla propria appartenenza razziale, nè troppo valore al proprio background etnico. A Ron viene l'idea di infiltrarsi nel Ku Klux Klan locale, cui si propone come nuovo membro. Naturalmente puo' farlo solo al telefono, dato il colore della sua pelle, e avrà bisogno di un alter ego bianco in grado di incontrare di persona il gruppo razzista.
 

Mercoledì 12 dicembre
ore 15.30


RICCHI DI FANTASIA
di Fabrizio Miccichè,
Italia, 2018.
Con Sergio Castellitto, Sabrina Ferilli

Sergio è un geometra che ora fa il carpentiere. Sabrina è una ex cantante che ora lavora nel ristorante del suo compagno. I due sono amanti ma, a causa dei rispettivi problemi di carattere economico, non possono andare a vivere insieme lasciandosi alle spalle le famiglie. Tutto però sembra poter cambiare quando un collega di Sergio decide di vendicarsi degli scherzi di cui è spesso vittima facendogli credere di aver vinto tre milioni di euro alla lotteria. Ora Sergio, che si crede ricco, prende coraggio e convince Sabrina a fuggire con lui. Entrambi si portano dietro una parte della parentela. La verità però non tarderà ad emergere e i due dovranno elaborare delle strategie per cercare di non deludere chi hanno coinvolto nella loro storia..
 
Lunedì 17 dicembre
ore 15.30


LE EREDITIERE
di Marcello Martinessi,
Paraguay, 2018, 1h35.
Con Patricia Abente, Margarita Irun, Ana Ivanova Villagra, Ana Brun.
Premio Miglior Attrice – Festival di Berlino 2018

Asuncion, Paraguay. Chela e Chiquita convivono da 30 anni ed entrambe discendono da famiglie facoltose. Recentemente però la loro situazione economica è cambiata e si trovano costrette a vendere un po' alla volta i beni che avevano ereditato. Quando il loro indebitamento diventa tale da spingere Chiquita alla frode con conseguente arresto, Chela deve prendere atto della nuova realtà tornando a guidare la vecchia auto per trasportare anziane signore dell'alta società. Ha così l'opportunità di conoscere Angy che la spinge ad uscire dalla gabbia che si è costruita attorno.
 
Mercoledì 19 dicembre
ore 15.30


IL COMPLICATO MONDO DI NATHALIE
di David e Stephane Foenkinos,
Francia, 2018, 1h42.
Con Karin Viard, Dara Tombroff

Nathalie Pêcheux è una professoressa di lettere divorziata, cinquantenne in ottima forma e madre premurosa finché non scivola verso una gelosia malata. Se la sua prima vittima è la figlia di diciotto anni, Mathilde, incantevole ballerina di danza classica, il suo campo d'azione poi si estende ai suoi amici, ai suoi colleghi, fino ai suoi vicini di casa. Il medico le spiega che il suo umore nero è da attribuire al periodo di transizione verso la menopausa, ma i registi David e Stéphane Foenkinos non cercano spiegazioni e si limitano a osservare, a distanza e allo stesso tempo con solidarietà, gli imprevedibili moti d'animo di una donna nella sua seconda adolescenza.
 

Lunedì 7 gennaio
ore 15.30


IL PRIMO UOMO
di Damien Chazelle,
Usa, 2018, 2h18.
Con Ryan Goslin, Claire Foy, Kyle Chandler, Pablo Schreiber.

Neil Armstrong, ingegnere aereonautico e aviatore americano, conduce una vita bucolica e ritirata con la famiglia a cui ha 'promesso' la luna. La morte prematura della sua bambina lo spinge a partecipare al programma Gemini, il secondo programma di volo umano intrapreso dagli Stati Uniti il cui scopo era sviluppare le tecniche necessarie ad affrontare viaggi spaziali avanzati e successivamente impiegati nella missione Apollo. Selezionato e assoldato come comandante della missione Gemini 8, Neil è il primo civile a volare nello spazio ma sulla Terra le ripercussioni sono fatali. Tra incidenti tecnici e lutti in decollo e in atterraggio, tra la guerra in Vietnam e le tensioni sociali del '68, tra due figli da crescere e una moglie da ritrovare, Armstrong bucherà il silenzio del cosmo prendendosi la Luna.
 
Mercoledì 9 gennaio
ore 15.30


IL VERDETTO - THE CHILDREN ACT
di Richard Eyre,
Gran Bretagna, 2017, 1h45.
Con Stanley Tucci, Emma Thompson

Fiona Maye è un'importante giudice di Londra che gestisce sapientemente numerosi casi di diritto familiare. Il suo lavoro è tutto e il rapporto con il marito Jack è ormai agli sgoccioli. Mentre affronta le difficoltà del suo privato, Fiona si ritrova a dover seguire il caso di Adam, un brillante ragazzo che rifiuta di sottoporsi alla trasfusione di sangue che potrebbe salvargli la vita. A tre mesi dal suo diciottesimo compleanno, Adam è per la legge ancora un bambino. Fiona gli fa visita in ospedale ma non sa che quel incontro sarà decisivo per entrambi.
 
Lunedì 14 gennaio
ore 15.30


MUSEO – FOLLE RAPINA A CITTÁ DEL MESSICO
di Alonso Ruizpalacios,
Messico, 2018, 2h08.
Con Gael Garcia Bernal, Simon Russell Beale, Lynn Gilmartin, Ilse Salas.
Premio Miglior Sceneggiatura – Festival di Berlino 2018

Eterni studenti, Juan e Benjamín pianificano un colpo grosso. Vorrebbero entrare al Museo Nazionale di Antropologia di Città del Messico e rubare alcune preziose opere maya, mixteche e zapoteche, in particolare la maschera funeraria del re Palal. Così, mentre le loro famiglie festeggiano il Natale i due ragazzi si mettono al lavoro, come una coppia di ladri professionisti. La missione va a buon fine e con le borse piene di tesori, i due riescono a tornare a casa dove la famiglia è riunita davanti al telegiornale che riporta del furto come un attacco all'intera nazione. Solo allora Juan e Benjamín si rendono conto della gravità della loro azione. Mentre le autorità annunciano di offrire un'abbondante ricompensa a chi ritrova le opere d'arte, i due fuggono per salvare il bottino e la propria pelle. Ma il viaggio li porterà fuori controllo.
 

Mercoledì 16 gennaio
ore 15.30


A STAR IS BORN
di Bradley Cooper,
Usa, 2018, 2h15.
Con Bradley Cooper, Lady GaGa

Ally fa la cameriera di giorno e si esibisce come cantante il venerdì sera, durante l'appuntamento en travesti del pub locale. È lì che incontra per la prima volta Jackson Maine, star del rock, di passaggio per un rifornimento di gin. E siccome nella vita di Jack un super alcolico tira l'altro, dalla più giovane età, i due proseguono insieme la serata e Ally si ritrova a prendere a pugni un uomo grande il doppio di lei, reo di essersi comportato da fan molesto. Il resto della storia la conosciamo: la favola di lei comincia quando lui la invita sul palco, rivelando il suo talento al mondo, poi sarà con le sue mani che scalerà le classifiche, mentre la carriera e la tenuta fisica e psicologica di lui rotolano nella direzione opposta, seguendo una china oramai inarrestabile.
 
Lunedì 21 gennaio
ore 15.30


NOTTI MAGICHE
di Paolo Virzì,
Italia, 2018.
Con Mauro Lamantia, Giovanni Toscano, Irene Vetere, Giancarlo Giannini, Roberto Herlitzka.

Il film è ambientato a Roma nell'estate dei mondiali di calcio del 1990. "Si tratta di una commedia che è anche un noir: un noto produttore cinematografico viene trovato morto nelle acque del Tevere, i principali sospettati dell'omicidio sono tre giovani aspiranti sceneggiatori" ha dichiarato il regista Paolo Virzì "In una nottata al Comando dei Carabinieri viene ripercorso il loro viaggio trepidante, sentimentale ed ironico nello splendore e nelle miserie dell'ultima stagione gloriosa del Cinema Italiano".
 
Mercoledì 23 gennaio
ore 15.30


EUFORIA
di Valeria Golino,
Italia, 2018, 1h55.
Con Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari

Matteo è un giovane imprenditore di successo, spregiudicato, affascinante e dinamico. Suo fratello Ettore vive ancora nella piccola cittadina di provincia dove entrambi sono nati e dove insegna alle scuole medie. È un uomo cauto, integro, che per non sbagliare si è sempre tenuto un passo indietro, nell'ombra. La scoperta di una malattia grave che ha colpito Ettore (della quale lo si vuole tenere all'oscuro) spinge Matteo a tornare a frequentarlo e ad occuparsi di lui.
 

Lunedì 28 gennaio
ore 15.30


TRAMONTO
di László Nemes,
Ungheria, 2018, 2h22.
Con Vlad Ivanov, Susanne Wuest, Björn Freiberg, Levente Molnár.
Premio Fipresci – Festival di Venezia 2018

Budapest, 1913. L'Europa austroungarica è all'apice del progresso e dello sviluppo tecnologico. La giovane Irisz Leiter, tornata nella capitale ungherese dopo gli anni spesi a Trieste a studiare come modista, vorrebbe lavorare nella leggendaria cappelleria dei suoi defunti genitori. Ha il nome e le abilità per farlo, ma il nuovo proprietario, il signor Brill, la respinge. Sono attesi ospiti reali e non vuole problemi. Irisz, però, non se ne va, specie dopo aver scoperto l'esistenza di un fratello, Kálmán, che vive nascosto per essere stato protagonista di un oscuro delitto. La ricerca di Kálmán la conduce nel cuore di tenebra di una civiltà sull'orlo della propria rovina.
 
Mercoledì 30 gennaio
ore 15.30


TI PRESENTO SOFIA
di Guido Chiesa,
Italia, 2018.
Con Fabio De Luigi, Micaela Ramazzotti

Ti presento Sofia è il titolo della nuova commedia di Guido Chiesa, che vede schierata l'inedita coppia di protagonisti Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti. Lui indossa questa volta i panni di un padre goffo e ossessivo, lei una donna tutta d'un pezzo che non vuole avere figli. La piccola Sofia (Caterina Sbaraglia), figlia di lui, cambierà il loro approccio alla vita e li costringerà ad andare oltre i propri limiti.
 
Lunedì 4 febbraio
ore 15.30


TRE VOLTI
di Jafar Panahi,
Iran, 2018, 1h24.
Con Jafar Panahi, Behnaz Jafari, Marziyeh Rezaei.
Premio Miglior Sceneggiatura – Festival di Cannes 2018

Una celebre attrice iraniana riceve il video delirante di una ragazza che implora il suo aiuto per fuggire un destino che non è il suo. Marziyeh sogna di fare l'attrice ad ogni costo, anche a quello di suicidarsi. Allevata in un villaggio di montagna e nel rispetto delle tradizioni, la ragazza è allieva del conservatorio a Teheran ma un fratello autoritario e aggressivo la costringe a una vita rispettosa delle regole. Almeno fino a quando l'attrice prediletta non si mette in viaggio per raggiungerla e stabilire la verità sulla natura reale o simulata del suo suicidio.
 

Mercoledì 6 febbraio
ore 15.30


COLETTE
di Wash Westmoreland,
Gran Bretagna, 2018, 1h51.
Con Keira Knightley, Eleanor Tomlinson

Colette, giovane ragazza di campagna, sposa Willy, un aristocratico libertino. Insieme si trasferiscono nei salotti parigini della Belle Époque, dove Colette scopre una vita coniugale fatta di piacere, passione e tradimenti che le ispira una serie di racconti autobiografici. Questi racconti, pubblicati a nome del marito, raccolgono enormi consensi e la figura di Colette/Claudine diventa un'icona per le donne parigine. Quando Willy, per debiti di gioco, svende i diritti di Claudine, Colette finalmente lo lascia e pubblica i racconti a suo nome, diventando una delle autrici francesi più conosciute al mondo.
 
Lunedì 11 febbraio
ore 15.30


CAPRI REVOLUTION
di Mario Martone,
Italia, 2018, 2h02.
Con Reinout Scholten van Aschat, Marianna Fontana, Antonio Folletto, Jenna Thiam.

1914. Un gruppo di giovani del nord Europa si unisce in una comunità sull'isola di Capri avendovi trovato il luogo ideale in cui sperimentare una ricerca sulla vita e sull'espressione artistica. Sull'isola abita con la sua famiglia Lucia, una capraia la cui attenzione viene attratta da questi 'strani' individui a cui inizia ad avvicinarsi. Al contempo sull'isola è arrivato un giovane medico condotto portatore di idee che mettono la scienza e l'interventismo al primo posto.
 
Mercoledì 13 febbraio
ore 15.30


CHESIL BEACH
di Dominic Cook,
Gran Bretagna, 2018, 1h50.
Con Saoirse Ronan, Emily Watson

In Inghilterra, secondo Philip Larkin, "i rapporti sessuali incominciarono nel millenovecentosessantatre", "tra la fine del bando a "Lady Chatterley" e il primo ellepi dei Beatles". La giovane coppia protagonista del film (tratto dal romanzo di lan McEwan) patisce invece gli ultimi fuochi di un clima diffuso di repressione sessuale. La prima notte di nozze, e prima esperienza sessuale per entrambi, scocca infatti alla vigilia di quell'"annus mirabilis". Tutto avviene in appena due ore, in un antiquato hotel vicino alla celebre spiaggia di ciottoli di Chesil Beach. I due sposi stanno cenando in camera, ma già pensano a quello che accadrà più tardi. Edward è un ragazzo di provincia laureato in storia, indeciso se continuare la carriera accademica o lavorare nell'azienda del padre della sposa. Finalmente farà l'amore con Florence: è piuttosto nervoso e sa, per sentito dire, che deve cercare di controllarsi per non concludere troppo in fretta. Florence prova una profonda repulsione per il sesso, un misto di opprimente solitudine e vergogna; ma è ben attenta a mantenere le apparenze di un matrimonio felice e perfetto, ansiosa di non deludere Edward. Ma quello che succederà di lì a poco segnerà per sempre il destino di entrambi..
 

Lunedì 18 febbraio
ore 15.30


THE OLD MAN & THE GUN
di David Lowery,
Usa, 2018, 1h33.
Con Robert Redford, Elisabeth Moss, Casey Affleck, Danny Glover

Basato su un articolo del New Yorker di David Grann, il film racconterà la vera storia di Forrest Tucker, un rapinatore di banche per quasi tutta la vita, che ha trascorso gran parte della sua vita in carcere o a scappare dal carcere. L'articolo è incentrato su quando, a 78 anni, fu catturato dalla polizia dopo aver derubato una banca, dopo un inseguimento ad alta velocità. Fu condannato a 13 anni, ma morì 5 anni dopo.
 
Mercoledì 20 febbraio
ore 15.30


I VILLEGGIANTI
di Valeria Bruni Tedeschi,
Francia, 2018, 2h05.
Con Valeria Bruni Tedeschi, Valeria Golino

Una villa sulla riviera francese. Un luogo che sembra fuori dal tempo e anche isolato dal resto del mondo. Anna la raggiunge con la figlia per alcuni giorni di vacanza. In mezzo ai familiari, agli amici e al personale di servizio, la donna deve riuscire a gestire la recente fine del suo matrimonio e la preparazione del suo prossimo film. Dietro alle risate, alle discussioni e ai segreti emergono paure, desideri e rapporti di potere.
 

Lunedì 25 febbraio
ore 15.30


SUSPIRIA
di Luca Guadagnino,
Italia, 2018, 2h32.
Con Dakota Johnson, Tilda Swinton, Chloë Grace Moretz, Mia Goth.

La giovane danzatrice americana Susie Bannion arriva nel 1977 a Berlino per un'audizione presso la compagnia di danza Helena Markos nota in tutto il mondo. Riesce così ad attrarre l'attenzione della famosa coreografa Madame Blanc grazie al suo talento. Quando conquista il ruolo di prima ballerina Olga, che lo era stata fino a quel momento, accusa le dirigenti di essere delle streghe. Man mano che le prove si intensificano per l'avvicinarsi della rappresentazione, Susie e Madame Blanc sviluppano un legame sempre più stretto che va al di là della danza. Nel frattempo un anziano psicoterapeuta cerca di scoprire i lati oscuri della compagnia.
 
Mercoledì 27 febbraio
ore 15.30


TUTTI LO SANNO
di Asghar Farhadi,
Spagna, 2018, 2h10.
Con Javier Bardem, Penelope Cruz, Riccardo Darin

Laura ritorna nel paese della sua infanzia per partecipare al matrimonio della sorella. Lasciata anni prima la Spagna per l'Argentina, è sposata con uomo che non ama più e ha due figli che ama sopra ogni cosa. Nella provincia della Rioja con gli affetti più cari ritrova Paco, amico della giovinezza e compagno per una stagione. L'accoglienza è calorosa, il matrimonio da favola, i festeggiamenti esultanti, i gomiti alzati ma la gioia lascia improvvisamente il posto alla disperazione. La figlia di Laura viene rapita. Una sparizione che fa cadere le maschere in famiglia e in piazza dove 'tutti sanno'.
 



CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY